Mercato immobiliare, calo inarrestabile delle compravendite

Pubblicato il 23 Settembre 2009

Secondo la rilevazione UBH non si era mai visto un calo delle compravendite nel mercato residenziale di questa portata. Da almeno tre anni il numero delle compravendite è in discesa
Mercato immobiliare, calo inarrestabile delle compravendite

Sostiene Alessandro Ghisolfi, direttore dell’ufficio studi UBH, che “L’andamento ciclico del mercato immobiliare residenziale italiano sta conoscendo una fase, che negli ultimi 25 anni non si era mai verificata. La frenata del mercato, attribuibile, da una parte alla crisi congiunturale e, dall’altra ad una crescita continua degli scambi durata 9 anni, sta riportando i volumi generali ai livelli di metà anni 90. La differenza principale rispetto all’ultimo ciclo negativo iniziato nel ‘92 è che nell’attuale fase i prezzi stanno mostrando una maggiore resistenza rispetto ai cali traumatici di quegli anni e l’offerta di abitazioni nelle aree di maggior qualità non dà segnali di forte aumento”.

Il trend di discesa delle compravendite è stimato fra il -14,0% e il -16,0% rispetto al primo semestre 2008.

Quanto a valori l’Ufficio studi UBH riferisce che nei primi sei mesi del 2009 i prezzi di vendita delle abitazioni sono calati del 6,1% rispetto allo stesso periodo del 2008.

Lieve miglioramento rispetto al primo trimestre 2009 che aveva registrato un calo su base annua del -7,8%.

Negativi i principali centri urbani: -8,3% Palermo, -7,6% Napoli, -6,3% Roma, -5,7% Milano, -5,4% Torino, -5,3% Bari.

Previsioni di medio periodo per il mercato residenziale italiano

Timidi segnali di ripresa della domanda nel secondo trimestre del 2009.

Non c’è però da lasciarsi andare all’ottimismo in quanto - come ricorda lo studio UBH - questo è il periodo tradizionalmente favorevole alle compravendite.

Ragion per cui “a previsione per fine anno è che il mercato segnerà una nuova flessione, meno pesante rispetto a quella del 2008, probabilmente compresa fra l’11% e il 13% tendenziale annuo”.

Una prima inversione del ciclo si potrebbe avere a partire dalla primavera del 2010, ma qualcosa di maggiormente concreto si potrà vedere nella primavera del 2011.

Fonte : http://www.quotidianocasa.it

Scritto da Notizie immobiliari

Con tag #informazioni ed andamenti

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post