expo 2015

Pubblicato il 20 Marzo 2010

La Regione Lombardia investe 
per Expo 2015

Regione Lombardia risponde in tempo reale alla richiesta avanzata da Expo 2015 spa e, su incarico del presidente, è stato firmato il decreto per l'erogazione di 3,2 milioni di euro.
«Anche questo atto - commenta Roberto Formigoni, il presidente della Regione - conferma il forte e costante impegno di Regione Lombardia per la preparazione e la realizzazione del grande evento del 2015».
«Dobbiamo prepararci senza indugio - aggiunge il presidente - a far vivere ai visitatori di tutto il mondo un'esperienza unica e indimenticabile per qualità delle proposte, alto livello di accoglienza, modernità dei servizi offerti e possibilità di godere delle bellezze naturali e artistiche del nostro territorio».

Fonte :Newspages 

Leggi i commenti

Scritto da Notizie immobiliari

Con tag #EXPO 2015

Repost0

Pubblicato il 21 Gennaio 2010

Dopo un incontro ad Arcore, il premier Berlusconi si schiera a fianco del sindaco sul piano che ridisegna la città. E l’assessore Masseroli tenta il «patto dell’ananas» per convincere i colleghi riottosi a non bocciare il suo progetto



PPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP-copia-2.jpg


Un incontro «lungo ed affettuoso». Letizia Moratti ha raggiunto ieri il premier ad Arcore all’ora di pranzo. Al centro della conversazione tra il sindaco e Silvio Berlusconi, il Piano di governo del territorio su cui da ieri è iniziata in aula la battaglia dei 1.395 emendamenti. I consiglieri hanno fatto solo melina: a tre ore dall’inizio del dibattito ne erano stati discussi appena tre (e votati due, di nessun conto). Almeno, a metà seduta hanno stabilito di procedere per argomento e non in ordine sparso. Ostruzionismo dai banchi del Pd e della sinistra più radicale; attesa di un chiarimento all’interno del Pdl, visto che per capire le sorti del Pgt sarà decisivo l’incontro di oggi alle 12 tra la maggioranza e l’assessore all’Urbanistica Carlo Masseroli. Obiettivo, trovare un accordo su quali emendamenti il centrodestra non è disposto a cedere prima di aprire la trattativa con l’opposizione, che sarà necessaria se si vuol portare a casa il Piano in tempi brevi. Un messaggio in questo senso è arrivato da Berlusconi, visto che a fine incontro con il sindaco una nota di Palazzo Chigi ha confermato che la discussione si è concentrata proprio sul Pgt «in fase di adozione da parte del consiglio» e il presidente «che già conosceva il documento e ne aveva approvato in pieno il contenuto, ha riconfermato tutto il suo apprezzamento sul programma, augurandosi che possa essere adottato con tempestività». Parole, rimarca il sindaco, «più che sufficienti per indicare qual è la volontà di Berlusconi». Un richiamo all’ordine all’ala riottosa del partito? «Siamo in un’aula di un consiglio comunale, non scolastica - puntualizza la Moratti -, non credo ci sia bisogno di richiami». Certo, «è stato estremamente importante e significativo il messaggio che Berlusconi ha voluto dare dopo un ulteriore colloquio, nel quale abbiamo visto insieme gli elementi fondanti del piano, che peraltro già conosceva molto bene».
Tant’è, i nodi da sciogliere rimangono tanti, oggi toccherà a Masseroli provare a districarli. Ieri ha invitato a pranzo «Da Gennaro», vicino Palazzo Marino, i consiglieri del Pdl che hanno firmato gli emendamenti più pesanti o hanno manifestato in diversi casi perplessità su tempi e modi del Pgt. Ribattezzato il «patto dell’ananas», visto che a tavola per Fabio Altitonante, Fabrizio De Pasquale, Vincenzo Giudice e Armando Vagliati (in rappresentanza del capogruppo Giulio Gallera, che non ha potuto partecipare) c’erano solo antipasti e ananas. Ma «per ora c’era poco sul piatto, in tutti i sensi» ironizza De Pasquale. Sua la proposta di un mega-parco da 430mila metri quadri sull’area dell’ex scalo Farini, che ridurrebbe almeno del 15% la superficie che la società ferroviaria vuol mettere sul mercato immobiliare per uffici e residenze. «La mia proposta è accettabile, c’è chi chiede di destinarla tutta a verde - precisa De Pasquale -, ma sembra che non possiamo “potare” troppo i desideri delle ferrovie». «I tempi - sostiene invece Giudice - non sono così stretti, possiamo approvare il Pgt anche a fine marzo». Alberto Garocchio del Pdl ribadirà oggi alla riunione di maggioranza invece che «è la priorità, piuttosto facciamo slittare la votazione del bilancio da febbraio a marzo». E sul tunnel Garibaldi-Linate, che l’opposizione vuol provare a stralciare, «non si deve cedere, o anticipo che boccerò il Piano». Da chiarire una volta per tutte, riferisce Vagliati, «il nodo dell’housing sociale a Muggiano». Su quell’area la Provincia vuole realizzare 500 case a basso costo per le forze dell’ordine. I nodi oggi vengono al pettine, l’esito della riunione si capirà (anche) dalle presenze in consiglio, visto che alle 15 suona la campanella e ci vogliono 31 presenti, undici più di ieri. Se in casa Pdl sarà trovata la quadra, cominceranno i segnali di fumo all’opposizione. «Ma il lavoro potrebbe essere lungo» ammette Gallera.


Fonte : il giornale.it

Leggi i commenti

Scritto da Notizie immobiliari

Con tag #EXPO 2015

Repost0

Pubblicato il 6 Novembre 2009

Expo 2015: è tempo
di parlare di investimenti
«Non si può parlare di spese passive, quanto di investimenti che saranno ripagati nel momento in cui l'Expo entrerà nella fase attuativa».
Così, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha sintetizzato l'incontro sul tema Expo che ha avuto a Palazzo Pirelli con il sindaco di Milano, Letizia Moratti e il presidente della provincia, Guido Podestà.
Formigoni conversando con i giornalisti ha anche spiegato che sono state affrontate tutte le opere che andranno al pre-Cipe di giovedì e al Cipe di venerdì. «Abbiamo confrontato tutte le carte - ha spiegato - che riguardano le linee 4 e 5 della metropolitana, la Brebemi, la Pedemontana e la Tem. Siamo soddisfatti del lavoro fatto perché i documenti da presentare sono perfettamente in ordine».
«Siamo dunque fiduciosi - ha aggiunto che la prossima riunione del Cipe ci consenta di fare quei passi in avanti che ci aspettiamo». Il presidente lombardo ha anche espresso "soddisfazione" perché la Società che deve realizzare l'Expo ha cominciato appieno la sua attività. Riguardo la possibilità che i privati contribuiscano con fondi propri alla realizzazione dell'Expo, Formigoni ha detto che "adesso è in atto la fase di lavoro della società che porta alla riunione del Bie di aprile, solo successivamente la società potrà lavorare per acquisire nuovi finanziamenti anche da parte di privati".
«La Regione comunque - ha concluso Formigoni - sta facendo e farà per intero la sua

Fonte :Newspages

Leggi i commenti

Scritto da Notizie immobiliari

Con tag #EXPO 2015

Repost0

Pubblicato il 7 Ottobre 2009

Expo, Stanca battezza l'asse Milano Roma
Mercoledí 07.10.2009 17:23


"La nostra strategia è quella di lavorare insieme all'Unione degli industriali e delle imprese di Roma per fare dell'Expo un grande successo". E' quanto ha affermato Lucio Stanca, amministratore delegato Expo 2015 nel corso della giunta della UIR tenutasi in mattinata sul contributo che le imprese romane potranno apportare alla manifestazione.

lucio stanca

Lucio Stanca

"Ci sara' una forte partecipazione delle imprese romane, e di quelle italiane in generale, alle gare per l'Expo", ha detto Stanca. "Sia nella fase di avvicinamento all'Expo, che nei sei mesi dell'evento, avremo progetti in campo artistico, scientifico, culturale non solo a Milano ma anche a Roma e in altre citta'. L'incontro di oggi - ha concluso Stanca - e' un'occasione importante perché sottolinea il lavoro che l'Expo farà con il sistema imprenditoriale e industriale di Roma".
Fonte Affaritaliani

Leggi i commenti

Scritto da Notizie immobiliari

Con tag #EXPO 2015

Repost0

Pubblicato il 11 Settembre 2009

Presentato il Masterplan per l’Expo 2015

di Pierpaolo Molinengo

Expo 2015 S.p.A. ha presentato alla Sala delle otto colonne di Palazzo Reale, il Masterplan concettuale del sito che accoglierà l’Expo del 2015.
E’ la prima tappa del percorso progettuale che porterà alla realizzazione della grande sfida imperniata sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita” che l’Expo intende proporre all’attenzione del mondo.
Il concept del masterplan consiste in un grande parco botanico planetario come luogo inedito di un nuovo incontro tra agricoltura e città che nutrirà Milano sia nel senso letterale, che in quello spirituale e intellettuale. Gli architetti Stefano Boeri, Richard Burdett, Mark Rylander e Jacques Herzog, che hanno realizzato il masterplan, ritengono che quella del 2015 sarà un'expo «memorabile perchè capace di offrire ai visitatori un'esperienza diretta e immediata del grande tema dell'alimentazione; un'expo che saprà incarnare nei suoi stessi spazi il tema espositivo: nutrire il pianeta, energia per la vita; senza dover ricorrere a quei sistemi di simulazione e di documentazione accessibili da ogni computer».
Il masterplan «relativo all’area espositiva di Expo 2015 va considerato un obiettivo centrato grazie al gioco di squadra fra istituzioni, categorie produttive, università, società civile e mondo della cultura -, ha osservato il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà -. Il coinvolgimento corale di queste realtà, consolidatosi durante gli Stati generali del 16-17 luglio, rappresenta, del resto, condizione essenziale per garantire

all’evento, ritenuto a ragione dal presidente Silvio Berlusconi un importante “volano dell’economia italiana”, una pianificazione che traguardi il 2015 abbracciando almeno il 2020 e che sia incardinata sulla modernizzazione del territorio. Il motore di sviluppo acceso dall’Expo su economia, infrastrutture, politiche sociali e cultura, come, d’altra parte, dimostra che la localizzazione dell’area espositiva, sta già girando non solo a Milano ma anche in tutto il Milanese».

Leggi i commenti

Scritto da Notizie immobiliari

Con tag #EXPO 2015

Repost0